giovedì 15 gennaio 2015

IL FRUTTO PROIBITO

 



Per Adamo ed Eva era la mela, per noi è la pera.
Una privazione da poco, se in premio si aprissero le porte del paradiso, invece..

Certo è un peccato non beneficiare delle numerose proprietà di questo frutto, infatti ho deciso che nei momenti successivi alla disintossicazione, la pera sarà comunque nella mia dieta e vedremo che succede.

Come si dice... Mi farò una pera!





La Pera contiene: vitamine A, B1, B2, B3, B5 , B6, C, D, K e J. Proteine, carboidrati e fibre. Magnesio, potassio, sodio, fosforo, calcio e ferro.


Come se non bastasse le Pere sono ricche di fibre (soprattutto nella buccia) estremamente utili per il buon funzionamento dell’intestino. Il sorbitolo in essa presente favorisce la digestione e apporta benefici all’arcata dentaria. La pectina è un’altra importante sostanza contenuta nella Pera.
Questa, oltre a stimolare la diuresi, aiuta la regolazione dei movimenti intestinali.
L’alto contenuto di potassio presente nella Pera rende questo frutto adatto ad una dieta iposodica, metre il boro, facilita l’organismo a fissare il calcio, contrastando così gli effetti dell’osteoporosi.
Tra le tante proprietà della Pera, troviamo quella antiossidante che aiuta non solo nella prevenzione di ictus, ma anche a proteggere le cellule dei radicali liberi. Indicata per chi deve tenere sotto controllo la pressione arteriosa, la Pera si presta anche per combattere focolai infiammatori.
Inoltre, la Pera, grazie al suo alto contenuto di fruttosio e glucosio, può essere usata per accumulare una buona riserva di energia che si può rivelare molto utile nei casi di spossatezza o di attività sportiva.
(Fonte: ilgiardinodegliilluminati.it)

2 commenti: