venerdì 31 ottobre 2014

Teoria scientifica o scienza esatta?



La mia caffettiera è molto vecchia, spesso fatica a compiere il suo lavoro. Spruzza caffè in tutto il piano cottura e qualche volta esce una vera sbobba!

Malgrado ciò non voglio sostituirla, non perché sia affezionata a quella vecchietta, ma perché ho una mia personalissima teoria.

Supponiamo che la caffettiera di acciaio e alluminio contenga Nichel, che com'è noto, si sprigiona con il calore e quando viene lavata, tanto da annerire ancora la spugna, dopo svariati anni d'uso quotidiano.
La mia domanda nasce spontanea..

Questo Nichel si sprigiona all'infinito o arriva prima o poi ad esaurimento?

Mi sono posta questa domanda anche per pentole tegami e stoviglie vecchie. In più di vent'anni, sono state utilizzate migliaia di volte, possibile che, ammesso sia presente, continuino a rilasciare Nichel?

Sono convinta, ma solo per deduzione logica, che dopo l'uso ininterrotto di tanti anni, le mie pentole "vecchie" non rappresentano più un pericolo per la mia allergia.

Quindi, se per caso c'è un Chimico in "ascolto" mi faccia la gentilezza di illuminarmi cancellando i miei dubbi, affinché io possa usare con serenità pentole e utensili.

Aspetto fiduciosa e nel frattempo mi faccio un buon (speriamo) caffè!







2 commenti:

  1. me lo domando da tempo. ne comprero' una in ceramica a scanso di equivoci...

    RispondiElimina
  2. Auguriamoci che qualche esperto risponda...

    RispondiElimina